Musei per tutti

19 maggio 2017

welfare

Sono stati oltre cento i rappresentanti di altrettanti musei italiani che hanno partecipato il 24 marzo a Torino alla giornata di lavoro sul tema “I Musei verso una cultura dell’accoglienza”, promossa da Fondazione Crt e Fondazione Paideia. L’iniziativa ha visto la presenza di psicologi, psichiatri, psicoterapeuti, esperti di comunicazione, nonché le testimonianze di famiglie in difficoltà e la presentazione di case history. Tutti hanno evidenziato il giusto “mix di ingredienti” in grado di rendere una visita culturale pienamente appagante per tutti i visitatori: accoglienza, attenzione alla comunicazione e cura della relazione sono i fattori-chiave al centro di nuovi modelli organizzativi e gestionali, ancor prima che strutturali, per rendere la cultura un’esperienza “per tutti” e “di tutti”. E un’esperienza di tutti e per tutti è quella che Fondazione Crt e Fondazione Paideia si propongono di fare in modo che sia sempre più realizzabile, formando specificatamente gli operatori del settore. Le due fondazione realizzano, infatti, dal 2012, a Torino il progetto “Operatori museali e disabilità”: un’iniziativa unica in Italia, nata per diffondere e promuovere modelli capaci di rendere i musei italiani pienamente accessibili a tutti, in primis ai visitatori con bisogni particolari o con disabilità. Il progetto, che ha già formato oltre 600 operatori museali con corsi base e di secondo livello, punta a incrementare le conoscenze e le competenze relazionali di chi lavora a contatto con il pubblico, indipendentemente dal grado gerarchico e dalla funzione ricoperta: dagli addetti alla biglietteria alle guide, dal personale di sala ai referenti delle attività didattiche per bambini, fino ai ruoli di direzione.

L’iniziativa non riveste solo un importantissimo valore sociale, ma anche economico. Infatti le persone con disabilità sono la “terza nazione” al mondo e rappresentano oggi un significativo potenziale mercato. Nei Paesi europei le stime parlano di quasi 50 milioni di viaggiatori con disabilità, pari al 30% del totale delle persone con disabilità. Se si considerano anche anziani, famiglie con bambini, persone con disabilità temporanea o particolari necessità alimentari, si arriva a 145 milioni di turisti con esigenze specifiche.

La prossima edizione del progetto “Operatori museali e disabilità” si terrà da maggio a novembre 2017, presso la sede torinese di Fondazione Paideia. Sono previsti: quattro corsi base e intensivi rivolti a operatori provenienti da musei di tutta Italia, seminari di approfondimento sulle tecniche di progettazione delle attività didattiche, percorsi laboratoriali di secondo livello per l’accoglienza di persone con disabilità.

 

"Fondazioni" maggio-giugno 2017

tag: Fondazione Cr Torino musei disabilità