In Friuli più sport e servizi

19 maggio 2017

welfare

Negli ultimi quattro anni la Fondazione Friuli ha erogato circa due milioni di euro per co-finanziare nelle province di Udine e di Pordenone progetti volti a migliorare la capacità ricettiva e l’offerta dei servizi delle case di riposo, nonché a favorire la domiciliarità dell’anziano attraverso il potenziamento del servizio di trasporto dedicato. In particolare, per le case di riposo sono stati cofinanziati interventi riguardanti l’acquisto di arredi e attrezzature, automezzi per il trasporto degli ospiti, nonché manutenzione delle strutture finalizzate al risparmio energetico e all’adeguamento alle norme di sicurezza. Contemporaneamente, avendo l’obiettivo di permettere quanto più possibile agli anziani di rimanere a vivere in casa propria, circondati dai propri ricordi e affetti, la Fondazione ha concorso all’acquisto di automezzi per potenziare l’assistenza e la cura domiciliare.

La Fondazione sostiene poi il progetto “Sport è”, promosso dalla Provincia di Udine in collaborazione con la locale Università, il cui obiettivo è far crescere nelle persone non più giovani la consapevolezza di quanto sia importane l’attività motoria. A tal fine la comunità friulana è stata informata e sensibilizzata, mettendo a disposizione competenze e professionalità locali dedicate, ma anche offrendo agli anziani lezioni gratuite di ginnastica, per avviarli a un percorso di benessere psicofisico e spronarli ad adottare un nuovo stile di vita.

Dallo sorso anno, infine, la Fondazione Friuli è coinvolta nel progetto di sviluppo e coordinamento della rete degli sportelli per l’amministrazione di sostegno: un’iniziativa promossa dal Tribunale di Pordenone per fornire supporto a tutti coloro che si prendono cura dei loro famigliari anziani non autosufficienti o disabili.


"Fondazioni" maggio-giugno 2017

tag: Fondazione Friuli anziani trasporto automezzi ginnastica sport progetti