Prima edizione nazionale di Green Jobs

17 maggio 2019

ambiente

Si è tenuto oggi a Milano l’evento conclusivo di Green Jobs, l’innovativo progetto di educazione all’imprenditorialità in ambito green ed economia circolare promosso da Acri e realizzatocon il supporto didattico di Junior Achievement Italia, che ha assicurato l’adozione di un metodo scolastico volto a sviluppare percorsi di imprenditorialità nelle scuole e tra gli insegnanti, e di InVento Innovation Lab, che ha fornito le competenze in ambito green.

Nato nel 2015 dall’impegno di Fondazione Cariplo, Green Jobs intende affrontare il tema della sostenibilità nelle classi non solo in chiave di salvaguardia dell’ambiente, ma come opportunità per contrastare la disoccupazione e promuovere il lavoro qualificato in campo ambientale. Il progetto ha coinvolto già 250 classi e circa 5.000 studenti e ha oggi rilevanza nazionale, grazie al sostegno di otto Fondazioni di origine bancaria (Fondazione Cariplo, Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, Fondazione Cariparo, Fondazione Carispezia, Fondazione CRT, Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Teramo, Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia).

L’Istituto alberghiero di Assisi si è aggiudicato l’edizione 2018/2019, la quarta del progetto e la prima svolta a livello nazionale, con CreativEAT, una mini-impresa che ha messo a punto una posata edibile fatta di pastigliaccio, una tecnica italiana utilizzata nella pasticceria: attraverso l’utilizzo di materie prime naturali, come lo zucchero a velo, può essere mangiata e, se gettata via, non inquina. Junior Achievement ha supportato il lavoro della giuria nazionale mettendo a disposizione i criteri di selezione dei progetti, frutto di un know how acquisito in oltre 30 anni di esperienza sul campo in tutta Europa.

CreativEAT si candida automaticamente a Biz Factory – Bridging the Gap, la finale nazionale di Impresa in Azione, il più diffuso programma di educazione imprenditoriale di Junior Achievement, in programma a Milano il 3 e 4 giugno prossimi.

Oltre 1500 studenti delle classi quarte di diversi Istituti hanno aderito al progetto Green Jobs e si sono sfidati nella cornice di Megawatt Court, a Milano, che ha ospitato la fiera in cui, nell’arco di tutta la giornata, i giovani imprenditori hanno presentato nei rispettivi stand le mini-imprese nate tra i banchi di scuola e le proprie idee in materia di sostenibilità. Una giuria di elevato livello professionale presieduta da Sonia Cantoni, Consigliere  d’amministrazione delegato alle tematiche ambientali di Fondazione Cariplo e composta da docenti universitari, esperti di sostenibilità ambientale, imprenditori e startupper green, ha valutato i progetti decretando il vincitore.

Gli studenti sono arrivati a questo appuntamento dopo un percorso durato l’intero anno scolastico che ha portato alla creazione di mini-imprese sostenibili dal punto di vista economico e ambientale: operando in team con il supporto dei Dream Coach di Junior Achievement e di Federmanager e degli esperti di sostenibilità ambientale di InVento Innovation Lab, gli studenti hanno sviluppato l’idea dal concept alla prototipazione, gestendo tutti gli aspetti legati all’avvio di una start-up (business plan, marketing, etc.). In totale, nell’anno scolastico 2018/2019 hanno partecipato 49 classi, con quasi 2000 studenti coinvolti da Istituti di Lombardia, Piemonte, Veneto, Liguria, Umbria, Abruzzo, Campania e Toscana.

Fondazione Cariplo già da diversi anni promuove il progetto Green Jobs con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza dei giovani sulle opportunità offerte dalle professioni verdi tramite la realizzazione di percorsi formativi sull’autoimprenditorialità green nelle scuole superiori. Gli studenti realizzano un progetto di innovazione in campo ambientale, sperimentando l’esperienza di avviare un’impresa green, percorrendo tutti gli step dall’ideazione alla prototipazione.

L’adesione di altre 7 Fondazioni di origine bancaria che fanno parte della Commissione Ambiente di Acri permetterà di estendere a livello nazionale il nostro impegno per i giovani e per il loro futuro” ha commentato Giuseppe Guzzetti, Presidente di Fondazione Cariplo e di Acri.

Legato al territorio lombardo nelle prime tre edizioni, il progetto ha visto un crescente interesse fino a diventare quest’anno di portata nazionale grazie all’adesione di alcune delle Fondazioni di origine bancaria che fanno parte di Acri.  Giovani e ambiente sono due dei principali campi di intervento delle Fondazioni di origine bancaria. E Green Jobs va proprio in questa direzione. Nato da una sperimentazione di Fondazione Cariplo, è stato adottato e riprogettato dalla Commissione Ambiente di Acri, che, grazie al coinvolgimento delle altre Fondazioni, ha esteso quest’esperienza anche in altri territori della Penisola rendendo così nazionale l’iniziativa” ha dichiarato Anna Chiara Invernizzi, Presidente della Commissione Ambiente di Acri. “Crediamo nella creatività dei giovani e nel loro essere portatori di innovazione e siamo convinti che questa creatività possa avere impatti positivi sui territori, perché diffonde l’economia circolare, crea nuova occupazione e coinvolge tutti gli attori della comunità – scuole, cittadini, terzo settore e imprese – in un percorso condiviso verso uno sviluppo davvero sostenibile”.

Gli studenti di oggi probabilmente faranno un domani un lavoro che non esiste ancora, per il quale saranno richieste competenze al momento difficilmente immaginabili. Per questo in Junior Achievement siamo impegnati a sviluppare già sui banchi di scuola la creatività, la resilienza, la collaborazione, la predisposizione a risolvere problemi sempre più complessi. Queste competenze trasversali affiancate a quelle tecniche assicureranno loro occupabilità nel futuro più prossimo. L’attenzione alla tematica ambientale e l’orientamento verso le professioni green li renderanno manager e cittadini non solo più sensibili, ma anche capaci di risolvere le sfide ambientali emergenti con determinazione e innovazione” ha dichiarato Antonio Perdichizzi, Presidente di Junior Achievement.

In un momento storico in cui il tema ambientale e quello dei giovani sono al centro dell’attenzione, il nostro team ha avuto il bellissimo e sfidante compito di aiutare i ragazzi a capire che persino dai problemi legati all’inquinamento, alla perdita di biodiversità, al consumo del suolo si possono trarre spunti concreti di azione per il bene comune” ha dichiarato Giulia Detomati, CEO di InVento Innovation Lab.  “Grazie a Green Jobs è stato possibile aiutare i ragazzi a crescere, a prepararsi per la scelta dell’università e del lavoro avendo ben presente che i talenti che ognuno di loro ha, possono essere messi in gioco per  migliorare il mondo”.

Nel corso dell’evento di oggi, la giuria ha deciso di assegnare alcuni premi speciali che hanno riconosciuto il lavoro svolto dai team su specifiche funzioni aziendali: il Premio Migliore Strategia di Marketing vinto dalla mini-impresa LuniSnack del Liceo Leonardo da Vinci di Villafranca in Lunigiana, Massa Carrara;  il Premio Prodotto più Innovativo vinto da Poseidon dell’Istituto Vittorio Veneto di Milano, il Premio Team più Imprenditivo vinto da Sabrota dell’Istituto IPSIA Castigliano di Asti. Infine la giuria popolare ha scelto di premiare il team dell’Istituto Moretti di Roseto degli Abruzzi, Teramo, che ha sviluppato Power Bike, una bicicletta che trasforma l’energia cinetica in energia elettrica che viene accumulata e donata al territorio.

 

 

Per approfondire: www.progettogreenjobs.eu

tag: Green Jobs ambiente scuola esconomia circolare