L'Ingegnere umanista

19 dicembre 2019

istruzione

Nell’anno in cui ricorrono i 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci, La Congregazione delle Scuole di Carità Istituto Cavanis di Possagno e Venezia, grazie alla collaborazione con la Fondazione di Venezia e l'Università IUAV di Venezia, introduce Ingegnere Umanista, il primo progetto sperimentale in Veneto di innovazione dei percorsi curricolari dei licei ispirato alla figura del genio del Rinascimento. Accogliendo le Raccomandazione dell'Unione Europea sulle otto competenze chiave (competenze di cittadinanza) di maggio 2018, l’invito del MIUR a riscoprire la modernità e ad adottare "il proprio Leonardo" e gli input del Word Economic Forum di Davos sulla ingegnerizzazione delle professioni, il progetto ha l’obiettivo di esportare il modello Ingegnere Umanista a tutti i licei del territorio con l’inserimento di percorsi curricolari volti ad abbattere la separazione fra cultura letteraria e cultura tecnico-scientifica, ingegnerizzare le competenze e orientare gli studenti verso le facoltà universitarie che registrano carenza di iscritti.

Secondo il Rapporto Excelsior di Unioncamere sui fabbisogni occupazionali 2019-2023 presentato a fine novembre 2019 a Job&Orienta di Verona, nei prossimi 5 anni (2019-2023), il mercato del lavoro italiano nel suo complesso avrà bisogno di un milione di laureati ma dai nostri atenei ne usciranno circa novecentomila. Alla scarsa offerta di laureati (l’Italia è penultima in Europa per giovani laureati:) si aggiunge il forte disallineamento fra i percorsi di studio scelti e le richieste del mercato del lavoro: ci saranno troppi laureati in discipline politico-sociali, umanistiche e psicologiche, non solo gli ospedali faranno sempre più fatica ad approvvigionarsi di medici (il buco previsto oscilla fra i 60 e i 70mila posti) ma mancheranno anche ingegneri, architetti, manager, scienziati, statistici. In particolare, si stima che imprese e PA ricercheranno tra circa 270.000 e circa 300.000 lavoratori con specifiche competenze matematiche e informatiche, digitali o connesse a “Industria 4.0”. Fra le figure professionali emergenti maggiormente richieste sul mercato ci saranno gli esperti nell’analisi dei dati, nella sicurezza informatica, nell’intelligenza artificiale e nell’analisi di mercato.

https://www.fondazionedivenezia.org/activity/progetto-sperimentale-di-ingegnere-umanista/

tag: