La Silicon Valley del clima è in Alto Adige

Se la provincia diBolzano negli ultimi anni si è andata sempre più conquistando la fama di patria dell’innovazione dal punto di vista della sostenibilità, del risparmio energetico e della green economy, il merito è senza dubbio anche della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano. L’ente alto-atesino ha da tempo individuato nell’ambiente uno dei settori principali verso cui indirizzare le sue erogazioni per favorire lo sviluppo del territorio. Tra le tante iniziative promosse particolarmente innovativa è “Enertour”: una nuovissima forma di “turismo energetico” che consente agli interessati provenienti da ogni parte d’Italia di visitare edifici a basso consumo energetico (le cosiddette CaseClima), centrali di teleriscaldamento a biomassa, centrali idroelettriche, impianti solari termici, fotovoltaici, eolici e biogas, oltre ad interi sistemi energetici comunali. Queste visite generano un considerevole indotto economico: a cinque anni dall’avvio del progetto è stato stimato che, a fronte di un investimento di 0,4 milioni di euro, i partecipanti agli Enertour hanno in seguito acquistato prodotti e servizi nelle aziende “green” altoatesine per oltre 5,6 milioni di euro! Il rapporto costi-benefici per l’Alto Adige è di 1 a 14.

da “Fondazioni” settembre-ottobre 2013