Milano attrae i cervelli

 L’Italia è un paese poco attrattivo per la ricerca. E la Lombardia non fa eccezione. Fondazione Cariplo e Regione Lombardia hanno siglato un accordo per contrastare questa tendenza e hanno indetto un bando congiunto rivolto agli istituti di ricerca della regione. Il programma si incardina sul modello di un’iniziativa lanciata alcuni mesi fa da Fondazione Cariplo, con lo stesso obiettivo. Regione Lombardia, da sempre attenta a queste tematiche, ha trovato nella Fondazione il partner ideale che aveva fatto da apripista. Risultato: l’unione fa la forza, con obiettivi comuni, economie di scala, know how unificati e budget a disposizione raddoppiato, pari a 4,5 milioni di euro (2,15 dalla Fondazione e 2,35 dalla Regione). La finalità del bando (senza scadenza) è attrarre in Lombardia i vincitori dei grant dell’European Research Council (Erc) e supportare la competitività dei nostri giovani che intendono candidarsi nelle sue prestigiose call. Infatti, secondo quanto emerge dai dati pubblicati dal l’Erc, delle 287 borse assegnate nel 2013 a giovani ricercatori, 17 sono andate a italiani, ma solo 8 progetti indicano un centro di ricerca italiano quale ente ospitante. Per questo Fon dazione Cariplo e Regione Lombardia met tono a disposizione degli enti che svolgono attività di ricerca scientifica in Lombardia (e nelle province di Novara e Verbano-Cusio-Ossola) le risorse necessarie per migliorare la loro offerta. Università e laboratori potranno così offrire luoghi e infrastrutture più adatte allo svolgimento pratico delle attività, acquisendo ad esempio ex novo attrezzature e software o mettendo a disposizione nuovo personale utile a migliorare l’ambiente di ricerca. Potranno inoltre acquistare materiali di consumo per attività di ricerca curiosity driven o per potenziare i dati sperimentali a supporto di nuove candidature. Infine saranno in grado di offrire ai ricercatori e alle loro famiglie la copertura delle spese di alloggio e altri benefit: certamente anche questo concorrerà a rendere l’ente di ricerca più attraente.

da “Fondazioni” luglio-agosto 2014