Occupazione: a Foligno la Fondazione pensa a Pmi e artigiani

Offrire alle imprese locali strumenti per recuperare competitività agendo su produttività e occupazione: è questo l’obiettivo di Svet – Sviluppo Economico del Territorio, il progetto promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno insieme alla banca Casse di Risparmio dell’Umbria e all’associazione Vo.b.i.s. L’iniziativa mira a contribuire allo sviluppo dell’economia del territorio sostenendo nuovi progetti imprenditoriali utili alla conservazione dei livelli occupazionali e, possibilmente, alla creazione di nuova occupazione. Al riguardo i dati sull’Umbria sono allarmanti e in linea con la situazione del resto del Paese: nel secondo trimestre 2013 la dinamica tendenziale dell’occupazione registra una variazione negativa del 3,8% (dopo il -0,8% tendenziale del trimestre precedente), mentre il tasso di disoccupazione si attesta al 10,4% (10,5% del primo trimestre dell’anno), in aumento rispetto al 6,5% del 2011. Il ritardo con cui si affacciano soluzioni sistemiche adeguate non fa che accrescere le preoccupazioni legate ai tempi di uscita da una situazione di difficoltà che sta riacutizzandosi, soprattutto sul fronte della liquidità e degli investimenti delle imprese. In questo contesto si inserisce il progetto Svet che si caratterizza per una innovativa partnership tra Fondazione, sistema bancario e terzo settore. La Fondazione costituisce presso la banca Casse di Risparmio dell’Umbria un deposito di 4 milioni di euro, a remunerazione molto ridotta, grazie al quale la banca può erogare finanziamenti per favorire l’accesso al credito delle Pmi. L’istituto di credito si impegna ad applicare tassi fissi particolarmente agevolati compresi tra l’1,7% e il 4,3% ai finanziamenti destinati alle Pmi attive da almeno due anni nei comuni di Foligno, Bevagna, Cannara, Gualdo Cattaneo, Mon – tefalco, Nocera Umbra, Spello, Trevi e Valtopina. I finanziamenti avranno durata triennale, con importi da 10mila a 50mila euro a seconda della tipologia di finanziamento richiesto. L’associazione Vo.b.i.s. si occupa di raccogliere ed esaminare le domande e, in seguito, di monitorare i progetti sviluppati grazie ai finanziamenti ottenuti, valutandone l’andamento e l’efficacia in termini di ricadute occupazionali sul territorio. Le informazioni sul processo di selezione dei progetti e il modulo di richiesta per l’accesso ai benefici della convenzione sono disponibili presso la banca Casse di Risparmio dell’Umbria nelle filiali di Foligno e dei comuni di riferimento della Fondazione, oltre che sul sito www.fondazionecarifol.it. Le imprese interessate possono inviare la documentazione richiesta all’e-mail svet@cassedellumbria.it.

da “Fondazioni” novembre-dicembre 2013