Strutture avanzate per il nuovo Galilei

Grazie anche a uno stanziamento di 8 milioni di euro, messo a disposizione dalle Fondazioni di Modena, di Mirandola e di Vignola insieme all’intero sistema delle Fondazioni riunite nell’Acri, sta per risorgere l’Istituto Galileo Galilei di Mirandola, gravemente danneggiato dal terremoto che ha colpito l’Emilia nel 2012. Il complesso scolastico è stato uno di quelli che hanno registrato i danni più seri in seguito al sisma, perché i vari corpi di cui era composto, costruiti in epoche diverse, hanno reagito in maniera differente alla sollecitazione delle scosse, disgregandosi, tanto da perdere completamente l’agibilità. La nuova scuola, sorgerà nella stessa posizione del vecchio edificio e misurerà 6mila metri quadrati, sviluppati su quattro piani. Sarà realizzata con una struttura portante metallica e strutture secondarie a secco: tecnologie alternative di più rapida esecuzione rispetto a quelle tradizionali, pur con un’elevata resa qualitativa. Ciò permetterà in tempi brevi di consegnare agli studenti del Galilei una scuola nuova, moderna, sicura e antisismica.

 

 

da “Fondazioni” settembre-ottobre 2014