Falco: puntiamo sulla formazione

Insegnare agli allievi di oggi rappresenta una sfida impegnativa, anche perchè il mondo dei ragazzi è in costante evoluzione. Per poter affrontare con efficacia questa sfida, gli insegnanti hanno bisogno di aggiornamento continuo, cosa che le risorse pubbliche destinate alla formazione non sono in grado di coprire. Per questo la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo ha scelto di promuovere il progetto “Scuola+” realizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino, sede di Savigliano, e con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Cuneo. Il progetto offre agli insegnanti della provincia di Cuneo un percorso formativo di alto livello, per fornire loro strumenti e metodi che abilitino nuovi modi di fare scuola a fronte dei cambiamenti più recenti (nuove tecnologie, riforma della scuola, utilizzo dei laboratori) e delle problematiche emergenti nelle classi (disturbi specifici dell’apprendimento, disturbi di comportamento e relazionali). Per l’anno scolastico 2012/13 il progetto Scuola+ si concentra su due temi di particolare rilevanza e attualità per la scuola: “Web e social network come ambienti di apprendimento” e “Riforma della scuola. Didattica e valutazione per competenze”. Le tematiche verranno presentate attraverso lezioni teoriche e sperimentazioni in classe. La data di scadenza per la presentazione delle iscrizioni è il 22 ottobre 2012. “Scuola+” è solo una delle tante iniziative promosse dalla Fondazione Cr Cuneo in favore del mondo della scuola:da quest’anno infatti quello dell’educazione è il settore che riceve la maggior parte delle risorse assegnate dall’ente ed è anche quello in cui si è espressa maggiormente la capacità progettuale della Fondazione negli ultimi anni. Tra i progetti principali vanno segnalati: “Il mondo a scuola, a scuola del mondo” sul tema della cittadinanza e del dialogo interculturale, “Sicuri per scelta” relativo all’educazione stradale, “Conoscere la borsa” per l’educazione finanziaria, il bando “Innovazione didattica” per favorire l’aggiornamento degli insegnanti e l’acquisto di attrezzature che permettano di innovare l’insegnamento delle lingue straniere, della scienza e della matematica. «La Fondazione Crc è convinta che sia necessario continuare a investire nella scuola – ha affermato Ezio Falco, presidente della Fondazione (nella foto) – per assicurare un futuro solido alla nostra comunità e al nostro Paese. Per questo, ha implementato progressivamente la dotazione a disposizione di questo settore».

da “Fondazioni” novembre-dicembre 2012