My dream: palcoscenico e inclusione

Sono stati i ragazzi delle compagnia “Casarsa Teatro” di La Spezia e “Teatro La Ribalta” di Bolzano ad aggiudicarsi il premio My Dream 2011, riconoscimento ideato e finanziato dalla Fondazione Crt per sostenere e promuovere quelle realtà italiane impegnate nella realizzazione di produzioni di alto livello artistico nel campo del teatro e della danza che coinvolgano persone con disabilità (fisica, sensoriale o cognitiva). Il Premio è nato nel 2009 in seguito a un’esibizione nel capoluogo piemontese della China Disabled People’s Performing Art Troup (Cdppat), compagnia che portò in Italia il meraviglioso spettacolo “My Dream”, già show d’apertura della Cerimonia di inaugurazione dei Giochi Paralimpici di Pechino 2008. Oggi, a livello internazionale, la Cdppat rappresenta la concretizzazione di un sogno: quello di un gruppo di artisti con disabilità che dedicano la propria vita allo spettacolo. Con fatica e passione, ballerini e musicisti portano un messaggio di inclusione e partecipazione in tutto il mondo, ma non solo: nel 2009, in occasione dell’esibizione di Torino, la Cdppat rinunciò al suo cachet, elargendolo quale stanziamento iniziale per la realizzazione di un progetto di spettacolo sul territorio italiano che coinvolgesse i disabili. La sfida fu raccolta dalla Fondazione Crt che l’anno scorso ha lanciato il Premio My Dream, raddoppiando il contributo della Cdppat. Al bando hanno risposto 80 compagnie da tutta Italia. Una giuria specializzata ha selezionato i 10 progetti considerati più interessanti per originalità della proposta drammaturgica. Le 10 compagnie selezionate sono state invitate ad esibirsi dal vivo a Torino all’inizio di marzo di fronte alla giuria e a un pubblico di esperti. Il premio per le due compagnie vincitrici è un assegno di 15mila euro ciascuna e l’inserimento del loro spettacolo nei cartelloni di tre importanti festival teatrali nazionali.

da “Fondazioni” marzo-aprile 2012