Progetto professionalità

Fra loro ci sono la biologa marina, l’ingegnere, il veterinario e l’addetto alla cooperazione internazionale. Sono 225 i ragazzi che dal 1999 a oggi hanno potuto seguire un percorso di specializzazione professionale in Italia o all’estero, offerto dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia. Il “Progetto Professionalità Ivano Becchi” – questo il nome dell’iniziativa per cui la Fondazione ha erogato complessivamente oltre 6 milioni di euro – ogni anno sostiene economicamente 25 percorsi formativi personalizzati, di durata non superiore a 6 mesi, presso imprese, associazioni, istituti universitari o di ricerca e pubbliche amministrazioni. I “percorsi” devono essere proposti direttamente dai candidati ed essere orientati a fornire competenze ed esperienze tecnico-pratiche piuttosto che una formazione esclusivamente teorica. Per tutta la durata del percorso la Fondazione affianca a ogni candidato selezionato un tutor professionalmente competente. I progetti formativi finanziati sono nei settori più disparati e vanno dalla ricerca al giornalismo, dal cinema all’ambiente, dall’ingegneria elettronica al marketing. In oltre il 60% dei casi le destinazioni prescelte per fare la specializzazione finora sono state paesi esteri, soprattutto Stati Uniti e Gran Bretagna, ma anche Belgio, Francia e Germania. Il bando per l’edizione di quest’anno si può scaricare dal sito www.fbml.it. Per partecipare c’è tempo fino al 15 novembre. I requisiti per essere ammessi sono: cittadinanza italiana, residenza in Lombardia, età compresa tra 18 e 36 anni, una minima esperienza lavorativa precedente.

da “Fondazioni” settembre-ottobre 2011