Le Fondazioni per la scuola

Ora stanno godendosi il meritato riposo al mare o in montagna, ma tra poco più di un mese saranno circa 8 milioni gli studenti italiani per i quali tornerà a suonare la campanella. Nel frattempo le Fondazioni di origine bancaria proseguono nei loro interventi per rendere le scuole italiane più accoglienti, per dotarle di attrezzature all’avanguardia e per innovare la didattica con l’utilizzo di strumenti multimediali e la possibilità di accedere a lezioni extracurricolari. Nel 2013 le risorse destinate al solo mondo della scuola dalle Fondazioni sono state complessivamente 37,7 milioni. A titolo esemplificativo delle loro modalità di intervento, citiamo alcune tra le iniziative più recenti. A Rieti la Fondazione Varrone ha stanziato 100mila euro per allestire le aule multimediali e informatiche di alcune scuole secondarie cittadine. A Cuneo la locale Fondazione ha appena deliberato 23 contributi pari a un totale di 1,1 milioni di euro per mettere in sicurezza, abbattere barriere architettoniche e riqualificare gli edifici delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado della sua provincia. Infine a Pistoia, la Fondazione Caript ha indetto un bando per assegnare 50 borse di studio agli studenti meritevoli (dalle medie all’università), in condizioni economiche svantaggiate e residenti nella provincia di Pistoia; le risorse potranno essere destinate all’acquisto di testi scolastici o alla copertura delle tasse universitarie.

da “Fondazioni” luglio-agosto 2014