Firenze capitale

È un ampio programma di eventi, con una forte impronta didattica, quello promosso dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, in collaborazione con le maggiori istituzioni cittadine, per ricordare, a centocinquant’anni di distanza, i tempi in cui Firenze fu capitale d’Italia, dal 1865 al 1870. Venticinque appuntamenti nel corso dell’anno tra mostre, convegni e concerti, contraddistinti anche da un logo ideato da Miriam Frescura. Queste manifestazioni si affiancano alle tante iniziative promosse dal Comitato per i festeggiamenti dei 150 anni di Firenze Capitale e si propongono di far conoscere alle nuove generazioni il processo che ha portato alla nascita della Firenze di oggi. Il programma prevede, insieme ad altro: una mostra all’Archivio di Stato (3 febbraio – 6 giugno) che documenta quell’importante momento storico con carteggi, plastici, dipinti e oggetti riferiti all’attività dell’architetto Giuseppe Poggi e al nuovo disegno urbanistico di Firenze; matinées musicali all’Audi – torium ispirati a “La musica nei salotti e nei teatri fiorentini negli anni di Firenze Capitale”; giornate di studio su varie tematiche inquadrate nel periodo. Inoltre, presso la sede dell’Ente Cassa di Risparmio, dal 17 febbraio al 5 aprile, sono esposte le celebri vedute di Borbottoni e di artisti della seconda metà del XIX secolo. Apparati multimediali accompagnano il visitatore nella comprensione del passaggio dalla Firenze del passato a quella di oggi, grazie alle fotografie realizzate per l’occasione da Saverio De Meo. Sono organizzati anche laboratori didattici e visite guidate per le scuole.

da “Fondazioni” gennaio-febbraio 2015