Insieme per lo sport sicuro

Per legge, dal 2013, tutte le società sportive dilettantistiche e quelle professionistiche devono dotarsi di defibrillatori semiautomatici, devono provvedere alla loro manutenzione e avere sempre disponibile personale in grado di utilizzarli. Un impegno non da poco, e non solo dal punto di vista economico. Per venire incontro a questa esigenza, in Friuli è stata recentemente attivata una partnership tra Fondazione Crup e Coni regionale. La Fondazioni ha acquistato 50 defibrillatori da collocare nei campi sportivi delle province di Udine (30) e di Pordenone (20); il Coni sta promuovendo i corsi di formazione per gli utilizzatori delle strumentazioni e per chi dovrà provvedere alla manutenzione e alla verifica funzionale delle attrezzature.

«Abbiamo prontamente abbracciato questo progetto che guarda allo sport esercitato in condizioni di sicurezza per i nostri ragazzi – è stato il commento del presidente della Fondazione Crup, Lionello D’Agostini – attuando una virtuosa collaborazione con società sportive, Comuni e famiglie».

da “Fondazioni” gennaio-febbraio 2015