Un centro hi-tech per anca e ginocchio

L’ospedale di Fucecchio è stata una delle prime strutture in Toscana ad essere riorganizzata secondo il modello di “Focus hospital”. Grazie al determinante contribuito della Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato qui è stato infatti attivato un dipartimento di ortopedia protesica – diretto dal professor Massimiliano Marcucci – che è oggi riconosciuto come un centro di eccellenza nel settore. Il Cesat (Centro Eccellenza Sostituzioni Articolari Toscana ) – questo il nome del dipartimento ¬ dell’ospedale di Fucecchio – è dotato di 44 posti letto, ospita pazienti provenienti da tutta la Penisola; lo scorso anno vi sono stati realizzati oltre 1.200 interventi.

Il Cesat è riuscito a ridurre sensibilmente i tempi di degenza, con evidenti benefici economici notevoli per il sistema sanitario: i pazienti vengono dimessi in 3-4 giorni nel caso dell’anca e in 5-6 nel caso del ginocchio. Ogni giorno i medici impiantano 3-4 protesi ad altrettanti pazienti. Grazie a macchinari d’avanguardia i singoli casi vengono studiati con telecamere ad alta definizione e con ricettori wireless capaci di scannerizzare il passo e rendere analizzabile elettromiograficamente tutto il funzionamento dell’articolazione a livello meccanico e muscolare. Il Cesat ha attivato una partnership con la Stanford University e con l’Università del Connecticut.

 

Link: Newsletter Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato