Terremoto in Emilia Romagna. Il ruolo delle Fondazioni e lo stato dei progetti sostenuti

Le Fondazioni d’origine bancaria hanno promosso 41 progetti a favore delle comunità colpite dal terremoto nel 2012, impegnandosi, in particolare, nella ricostruzione delle scuole. L’impegno finanziario complessivo è stato di 24 milioni di euro. L’Associazione delle Fondazioni in Emilia Romagna, avvalendosi della collaborazione di ActionAid Italia, ha svolto inoltre un’attenta azione di monitoraggio dei progetti, seguendo le procedure, raccogliendo documentazioni e coinvolgendo le comunità.

I 41 progetti hanno riguardato interventi nei territori delle quattro province colpite dal sisma:
Provincia di Modena – 19 interventi
Provincia di Ferrara – 9 interventi
Provincia di Reggio Emilia – 10 interventi
Provincia di Bologna – 4 interventi

Le 9 Fondazioni di questi territori si sono impegnate per 18 milioni in vari interventi nei territori. 13 di questi 41 interventi, per un impegno di circa 6 milioni, sono il frutto di una raccolta promossa dall’Acri fra fondazioni nazionali e regionali, per sostenere ed avviare, attraverso l’Associazione Regionale delle Fondazioni interventi su strutture in prevalenza educative.

Di questi progetti, alcuni sono terminati e operativi, altri sono in via di ultimazione mentre per altri ancora si stanno terminando la progettazione e gli atti per il bando.

In particolare per 12 di questi, rilevanti per quei territori, l’Associazione Regionale ha incaricato l’organizzazione internazionale ActionAid di effettuare un monitoraggio capillare sulle procedure di attuazione,coinvolgendo cittadini, raccogliendo documentazioni e racconti delle comunità con report periodici per committenti e sostenitori.