Comprare casa a Cento

Nei primi cinque mesi del 2015 i nuovi mutui sono cresciuti del 64% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente: lo ha detto il presidente dell’Abi in occasione dell’assemblea annuale dell’Associazione Bancaria Italiana a inizio luglio. Il mercato della casa torna dunque a muoversi. Sono però ancora tante le giovani coppie che hanno difficoltà ad accedere a un finanziamento per l’acquisto dell’abitazione. Per aiutarle a “fare il grande passo” verso la vita indipendente alcune Fondazioni di origine bancaria hanno attivato partenariati con le banche per ridurre il tasso di interesse per i primi anni di finanziamento.

Da sempre attenta ai bisogni concreti delle fasce più deboli della popolazione, di recente anche la Fondazione Cassa di Risparmio di Cento ha avviato la sperimentazione di questa formula di aiuto ai giovani. Ha dato vita al progetto “Mutui Prima Casa”, realizzato in partnership con la Cassa di Risparmio di Cento Spa. I mutui possono essere richiesti solo da coloro che hanno un’età inferiore ai 45 anni, che intendono stipulare un mutuo per un valore massimo di 120mila euro e una durata massima di 30 anni, per l’acquisto di immobili nel territorio di Cento. La Fondazione si accollerà una quota degli interessi a carico dei mutuatari, intervenendo direttamente sul tasso che incide direttamente sui bilanci delle famiglie, con un contributo in conto interessi pari a un punto percentuale annuo, il che abbatterà le rate per i primi 5 anni.

 

da “Fondazioni” luglio-agosto 2015