3a Giornata Europea delle Fondazioni

Anche quest’anno Acri e Assifero hanno promosso l’organizzazione in Italia della celebrazione da parte delle rispettive associate – le Fondazioni di origine bancaria per l’una e le fondazioni ed enti di erogazione per l’altra – della Giornata Europea delle Fondazioni, l’iniziativa indetta per il 1° ottobre di ogni anno da Dafne (Donors and Foundations Networks in Europe), l’organizzazione che riunisce le associazioni di fondazioni del continente, a cui Acri e Assifero aderiscono. L’edizione di quest’anno della Giornata è stata dedicata al tema: “Tener conto, dare conto”, i due principi fondamentali su cui si deve reggere l’azione delle Fondazioni, come ha opportunamente ricordato il presidente dell’Acri Giuseppe Guzzetti. «Tener conto – ha dichiarato – vuol dire essere aperti all’ascolto e verificare nelle comunità di riferimento quali siano le priorità, i bisogni più urgenti. Il che vuol dire che dobbiamo essere non Fondazioni che erogano soldi ma che raccolgono dalle loro comunità quelle che sono le priorità. Dare conto vuol dire rendere conto di come operiamo, ovvero la trasparenza, perché dare conto del proprio operato consolida il legame tra Fondazioni e comunità alimentando la fiducia, che è la pietra angolare del capitale sociale». A sua volta Felice Scalvini, presidente di Assifero, ha commentato così l’iniziativa: «Politicamente e finanziariamente indipendenti, le fondazioni private hanno una grande libertà strategica e una eccezionale flessibilità e agilità di azione. Per le fondazioni private di famiglia, di impresa, di comunità il punto non è un mero ossequio all’abusato principio della trasparenza, ma un tenere conto per dare conto come atto di responsabilità sociale che nel trasformare la ricchezza privata in bene comune ha il dovere di farlo nel modo più efficace possibile».

In Europa, come risulta da una recente indagine di Dafne su 23 associazioni nazionali di fondazioni, ci sono più di 141.000 fondazioni filantropiche che intervengono in molteplici settori di interesse sociale, con un impiego di risorse che supera i 55 miliardi di euro.

In Italia le manifestazioni per celebrare la Giornata sono state quest’anno particolarmente varie: dal Festival della Filantropia organizzato a Milano da Fondazione Cariplo al concerto spettacolo su San Francesco promosso dalla Fondazione Monte di Pietà di Vicenza, a manifestazione di adesione come a Torino e a Siena, ai numerosi incontri dibattito con i cittadini organizzati a Parma, Lucca, Prato, Foggia, Napoli, Terni, Viterbo, Trento, fino all’inaugurazione di edifici restaurati, quali la Cà dei Brittoni da parte della Fondazione Cassamarca a Treviso o l’apertura speciale dei propri Palazzi in numerose città, per esempio Chieti, dove si è cercata una coincidenza tra l’adesione al progetto Invito a Palazzo e la celebrazione della Giornata Europea delle Fondazioni.

Nella foto visita guidata all’appena restaurata Cà dei Brittoni di Treviso a cura della Fondazione Cassamarca; credits Fabio Dubolino/Nuove Tecniche