La Fondazione Crup riaccende la bella musica con il progetto Scegli il Friuli!

Dalla cooperazione tra Fondazione Crup, Cidim – Comitato Nazionale Italiano Musica e Conservatorio Tomadini di Udine è nato “Scegli il friuli”, un percorso di valorizzazione delle eccellenze friulane attraverso un ciclo di concerti volti a promuovere in Italia e all’estero giovani musicisti del Friuli che si sono contraddistinti per valore artistico e riconoscimenti nazionali e internazionali.

Il prossimo appuntamento in programma è previsto per oggi, martedì 22 settembre 2015, alle ore 19.30, con il Duo Laura Bortolotto – violino, Matteo Andri – pianoforte, che si esibisce in Germania, allo Schloss Wolfsburg, in collaborazione con l’Agenzia consolare di Wolfsburg. I giovani musicisti proporranno un interessante programma, che spazia da Claude Debussy (Sonata n. 3 in Sol min. L 148) a Francis Poulenc (Sonata per violino e pianoforte op. 119) e Antonin Dvorak (Quattro pezzi romantici per violino e pianoforte, op. 75), fino a Johannes Brahms (Sonata n. 3, in re minore per violino e pianoforte, op. 108).

Il progetto “Scegli il Friuli” è costituito da due sezioni: “Suono italiano”, che porta i migliori musicisti friulani ad esibirsi in prestigiose sedi e città all’estero e “Circolazione musicale in Italia”, una serie di appuntamenti con orchestre, solisti e gruppi volti a rilanciare le attività concertistiche nel nostro Paese.

Per Suono Italiano 2015, sono stati accuratamente selezionati: il Quintetto di fiati Anemos Wind Quintet www.anemosquintet.com che propone, a scelta, tre programmi di musica del Novecento; il Duo Laura Bortolotto, violino, e Matteo Andri, pianoforte, che si presenta con tre differenti programmi (di musica classica) imperniati sulla tradizione europea; l’arpista Marta Marinelli che propone due raffinati programmi virtuosistici e di grande effetto. Si aggiungono come solisti con orchestra la trombettista Serenella Basandella e il cornista Guglielmo Pellarin. Circolazione musicale in Italia 2015 farà esibire l’Orchestra giovanile Accademia d’Archi Arrigoni, Direttore Domenico Mason, violoncello Leo Morello, Violino Christian Sebastianutto, Laura Bortolotto.

La prima stagione concertistica di “Scegli il Friuli” ha definito un ricco calendario di concerti avviato lo scorso marzo, che proseguirà anche l’anno prossimo; sono infatti già in via di definizione gli appuntamenti per il 2016.

L’obiettivo che accomuna le realtà promotrici è quello di dare ai migliori talenti friulani il supporto necessario affinché siano in grado di consolidare la loro presenza sulla scena musicale con un significativo elemento di novità: la sua apertura internazionale.

“E’ un’iniziativa di carattere straordinario non solo per la sua dimensione internazionale, ma anche perché diventa un volano per promuovere la cultura e la musica del Friuli, ed al contempo contribuisce a “fare rete” con l’estero e a rafforzare il legame con le realtà friulane sparse in tutto il mondo – ha osservato il Presidente della Fondazione Crup Lionello D’Agostini – Siamo felici di poter offrire ai giovani talenti musicali friulani la possibilità di esibirsi e di farsi conoscere anche all’estero, creando in tal modo delle concrete opportunità per il loro futuro lavorativo nel campo della musica.”.

Il Cidim, membro dell’International Music Council in partnership con l’Unesco, da anni svolge un’intensa attività di promozione della musica e dei musicisti italiani all’estero realizzando, con il patrocinio e il contributo del MiBact e del Mae, importanti progetti che rappresentano una delle più efficaci e incisive azioni condotte dal nostro Paese nel settore.

Il bisogno di fronteggiare la sfida di un mercato sempre più globale e competitivo, ha portato il Cidim alla necessità d’individuare sinergie volte a sviluppare e implementare le proposte di promozione artistica e musicale selezionando territori ricchi di talenti e dove hanno sede enti, i cui leader sono provvisti di una spiccata sensibilità verso la realizzazione di questi progetti.

Particolarmente felice è stato in questo senso l’incontro con la realtà friulana della Fondazione Crup che è uno dei maggiori sostenitori delle iniziative artistiche di eccellenza delle provincie di Udine e Pordenone, oltre a dedicarsi alla promozione di settori quali la salute pubblica, l’educazione e l’istruzione, la ricerca scientifica e tecnologica, per citarne solo alcuni.

I migliori talenti friulani a partire dal 2015 potranno consolidare la loro presenza sulla scena internazionale grazie all’azione sinergica delle due istituzioni Cidim e Fondazione Crup e alla collaborazione con gli Istituti Italiani di Cultura e con le Rappresentanze diplomatiche, partner istituzionali di elezione per la promozione culturale all’estero.

 

Link: www.fondazionecrup.it