Più risorse per tutela e promozione

Dopo oltre vent’anni di sostegno continuativo e capillare al panorama culturale locale, la Fondazione Crup rinnova il suo impegno nel settore arte, attività e beni culturali attraverso il bando a tema “Restauro beni artistici”, volto a sostenere iniziative mirate alla conservazione del patrimonio artistico delle province di Udine e di Pordenone.

Nonostante il momento di crisi economica, che comporta una riduzione generale delle risorse, il plafond del bando è stato innalzato dai 250mila euro della passata edizione agli attuali 400mila. Esso co-finanzierà progetti e iniziative di terzi volti a favorire la tutela e la valorizzazione del patrimonio architettonico, artistico e storico locale, nonché a incentivarne la diffusione della conoscenza e una maggiore fruizione.

Destinatari del bando sono istituzioni o enti pubblici, enti religiosi (incluse le Parrocchie), associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, che organizzino attività culturali o svolgano o promuovano attività di studio, ricerca o documentazione di rilevante valore culturale e artistico, coerenti con le finalità statutarie della Fondazione.

Attraverso un contributo di co-finanziamento, la Fondazione parteciperà alle spese di realizzazione di interventi su beni mobili culturali (statue, pale, beni librari) e su apparati decorativi di pregio (affreschi, decorazioni di pavimentazioni). Il contributo potrà raggiungere il 50% dei costi preventivati e 20mila euro come quota massima assegnata a ogni richiesta.

Il bando scade il 29 febbraio; si può scaricare dal sito www.fondazionecrup.it