Un letto per i senza dimora a Trieste

Tra le emergenze che una città si trova ad affrontare, specialmente nei mesi invernali, quella delle persone senza fissa dimora è una priorità. Sono oltre 50mila le persone senza dimora nel nostro Paese che devono ricorrere a un servizio di mensa o accoglienza notturna (dati Istat, dicembre 2015). La Fondazione Cr Trieste pertanto, rispondendo a una richiesta dell’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune, si è impegnata a realizzare un nuovo dormitorio nel centro della città. La Fondazione non è nuova a iniziative di questo tipo: già nel 2004 e nel 2009 ha dato vita a Trieste a due strutture simili. Il nuovo intervento replicherà il modello adottato in passato: la Fondazione acquisisce, ristruttura e arreda l’immobile. Successivamente lo dà in comodato d’uso all’amministrazione comunale, alla quale è affidato il compito di gestirlo con la collaborazione del privato sociale operante nel campo dell’accoglienza. La struttura si sviluppa su tre piani e ha un’estensione di 600 mq. Ospiterà fino a 20 senza fissa dimora contemporaneamente. Ci saranno infatti quattro stanze, con cinque letti ciascuna, e relativi bagni, locali di servizio e spogliatoi, oltre a una mensa con cucina e alla sala per le attività di aggregazione. Il costo complessivo dell’operazione ammonta a 1,3 milioni di euro (incluso acquisto, ristrutturazione e arredi). L’inaugurazione è prevista a giugno.