Con l’Associazione Camminare Insieme i ragazzi diventano “Super-abili”

L’Associazione Camminare Insieme di Fossano è nata nel 2011 per volontà di un gruppo di genitori di persone con disabilità che hanno deciso di mettere in campo le loro esperienze e le loro forze, con l’obiettivo di affrontare in modo nuovo la disabilità e fornire supporto e integrazione.

La Fondazione Cassa di Risparmio di Fossano ha seguito il gruppo di genitori fin dal suo nascere aiutando l’associazione ad individuare la sede e sostenendola nelle varie attività. Camminare Insieme, che opera con fondi provenienti da autofinanziamento, elargizioni private e contributi pubblici, è un luogo di sperimentazione e di scoperta che si focalizza sugli aspetti educativi e di crescita, attraverso attività di svago e divertimento.

Il presidente Andrea Cravero spiega: «L’iniziativa dell’anno in corso intende preparare i nostri ragazzi adulti, una quindicina, al “Dopo di noi”. Trascorrono il venerdì con gli educatori e una settimana all’anno, in estate, al mare ».

Il progetto “Dopo di noi”, attivo da ottobre a giugno, è pensato e ideato con personale specializzato. Al termine del percorso, se qualche ragazzo sarà ritenuto idoneo, si procederà ad una sorta di “prova” in una cohousing assistita.

La cohousing è un insediamento abitativo composto da alloggi privati corredati da ampi spazi destinati all’uso comune e alla condivisione . Tra i servizi collettivi vi possono essere cucine, lavanderie, spazi per gli ospiti, laboratori, biblioteca e altro. Le abitazioni private, o solo camere, sono di solito di dimensioni più limitate rispetto alla media delle normali abitazioni per un motivo duplice: contenere i costi complessivi dell’intervento e cercare di favorire in delle aree comuni.

Il progetto fossanese potrebbe realizzarsi a partire dal 2017 nell’edificio in costruzione in viale Vallauri e potrebbero fruirne alcuni ragazzi con disabilità di “Camminare Insieme” che hanno un impiego. Ecco perché l’associazione punta allo sviluppo del tema dell’autonomia, utile alla vita di oggi e soprattutto in quella di “domani”: per sviluppare questa autonomia si dà ai ragazzi la possibilità di fare esperienze concrete nelle quali poter aggiungere, mantenere e fortificare la propria libertà di scelta individuale.

La proposta formativa con obiettivi specifici viene affrontata, sia in lavori di gruppo sia individualmente, durante i pomeriggi del venerdì tramite l’ausilio del personale di Proposta ’80, cooperativa che si occupa di servizi educativi e di assistenza a favore delle fasce deboli della popolazione. Proprio per andare incontro alle esigenze evidenziate da Camminare Insieme è in partenza il corso “Tata super abile” promosso dall’associazione Hakuna Matata. Il corso, che prevede lezioni teoriche e pratiche, vedrà coinvolti vari specialisti: un neuropsichiatria, un logopedista, un fisioterapista, un educatore, un infermiere pediatrico, un medico e di alcuni formatori del 118 che insegneranno come affrontare tutti i tipi di situazione possibili di fronte ai quali ci si può trovare trascorrendo del tempo con un bambino diversamente abile che magari deve prendere farmaci, o fare particolari esercizi motori. L’idea è poi creare un “albo” di queste super tate, consultabile da tutti i genitori che abbiano bisogno di trovare assistenza adeguata alle esigenze dei propri figli.

Linkhttp://www.crfossano.it/index.pl?pos=04&item=119&portale=fondazione