Con “Articolo +1” Compagnia guarda ai giovani

La crisi economica scoppiata nel 2008 ha colpito duramente i giovani, che incontrano grandi difficoltà a inserirsi dignitosamente nel mondo del lavoro. Con il 38% di disoccupazione giovanile nel 2015, l’Italia rischia di perdere il contributo di un’intera generazione. Oltre al livello di disoccupazione, il tasso di inattività è il sintomo di quanto la crisi stia sgretolando la fiducia della popolazione giovane. Il fenomeno dei Neet (i giovani tra i 15 e i 29 anni che non seguono percorsi formativi, non hanno un lavoro né lo stanno cercando) è sempre più diffuso: secondo Eurostat, nel 2015 in Italia la quota dei Neet è salita al 26% contro una media europea del 15%. A questa emergenza intende rispondere la Compagnia di San Paolo con il bando Articolo +1, tramite il quale invita il territorio a presentare progetti di politica attiva dedicati ai giovani. L’obiettivo del bando è aumentare l’occupazione dei giovani con difficoltà a inserirsi nel mercato del lavoro, dedicando maggiore attenzione a quelli con bassi livelli di occupabilità.

«La Compagnia di San Paolo riconosce il ruolo centrale dell’occupazione per l’inclusione sociale e si impegna nella promozione e nel supporto a progetti che perseguono obiettivi di sostegno al reddito, ricerca di un’occupazione, reingresso nel mercato del lavoro, riqualificazione professionale, promozione dell’autoimpiego»: dichiara Francesco Profumo, presidente della Compagnia di San Paolo. In particolare il bando Articolo +1 si pone l’obiettivo di sostenere la messa a sistema di politiche del lavoro innovative, efficaci e capaci di proporre percorsi credibili anche per i giovani meno occupabili, consolidando sul territorio dell’Area Metropolitana di Torino un nucleo di agenzie per il lavoro che si specializzino nella presa in carico e nell’accompagnamento al lavoro dei giovani in maggiore difficoltà nell’inserimento lavorativo.

Possono presentare richiesta gli operatori accreditati per i servizi al lavoro ai sensi della DGR n. 30-4008 dell’ 11 giugno 2012 che abbiano almeno una sede accreditata sul territorio della Città Metropolitana di Torino. I progetti dovranno essere presentati in partenariato con altri soggetti per fornire un’offerta integrata e qualificata di servizi: agenzie formative accreditate dalla Regione Piemonte, imprese, reti di imprese, associazioni imprenditoriali di categoria e soggetti del terzo settore competenti su azioni di aggancio e accompagnamento dei giovani.

I destinatari degli interventi sostenuti dalla Compagnia di San Paolo saranno giovani disoccupati tra i 15 e i 29 anni compiuti, italiani e stranieri con regolare permesso di soggiorno, residenti nella Città Metropolitana di Torino, con un reddito Isee non superiore a 25mila euro. La scadenza per la presentazione delle richieste è fissata al 21 ottobre 2016; l’elenco dei progetti selezionati sarà pubblicato entro dicembre 2016.

Per informazioni: daniela.gregnanin@compagniadisanpaolo.it

 

“Fondazioni” settembre-ottobre 2016