Quattro giornate dedicate a Cesare Battisti

Nell’anno del centenario dalla morte di Cesare Battisti, Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto promuove una serie di iniziative per svelare le molteplici anime di una personalità di grande spessore umano e culturale, prima ancora che di interesse storico e nazionale: il convegno “La Grande Guerra e la dissoluzione di un impero multinazionale”; il reading teatrale di Andrea Castelli “Battisti Cesare. Segni particolari nessuno” e il cofanetto “La vita e oltre. Cesare Battisti 1875-2016”.

Per inquadrare dapprima il contesto storico e culturale della Grande Guerra e della dissoluzione di un impero multinazionale giovedì 29 e venerdì 30 settembre Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto promuove al Castello del Buonconsiglio un convegno scientifico che vedrà confrontarsi 15 relatori internazionali, con la collaborazione di 10 istituti di ricerca internazionali, tra cui: l’Istituto Storico Italo Germanico, la Fondazione Museo Storico del Trentino, della Società di Studi Trentini di Scienze Storiche, l’Accademia Roveretana degli Agiati e il Castello del Buonconsiglio, che ospiterà l’evento.

L’incontro è suddiviso in tre sessioni: “La questione nazionale nella gestione di una Grande Guerra”, “La Grande Guerra e gli italiani d’Austria”, “La guerra e le nazionalità dell’Impero”, moderate rispettivamente da Marcello Bonazza (Società di Studi Trentini di Scienze Storiche), Giuseppe Ferrandi (Fondazione Museo Storico del Trentino) e dallo storico Vincenzo Calì. Per motivi organizzativi è consigliata la prenotazione online sul sito www.fondazionecaritro.it.

Già nella serata di venerdì per i convegnisti e sabato 1° ottobre a Trento per il grande pubblico le celebrazioni battistiane proseguono con il reading teatrale di Andrea Castelli “Battisti Cesare, segni particolari: nessuno” il cui titolo è preso dagli atti del processo a Battisti, proposto in anteprima assoluta proprio là nella Fossa dei Martiri dove il 12 luglio di cento anni fa fu ucciso. Le parole di Castelli dipingeranno il ritratto di un personaggio dalle mille sfaccettature, mai definito e mai definibile fino in fondo: irredentista e anche padre dell’autonomia, da molti definito sostenitore della causa italiana, per altri europeista convinto. Lo stesso spettacolo sarà ripresentato domenica 2 ottobre per il pubblico a Rovereto, presso la Sala della Filarmonica.

Inoltre, Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, con la collaborazione dell’Associazione Culturale Mosaico, distribuirà in autunno a scuole, biblioteche e centri di aggregazione culturale un pratico cofanetto intitolato “La vita e oltre. Cesare Battisti 1875-2016” contente il dvd del filmato “E non fioriron stesse quella notte” sulla cattura e l’esecuzione di Cesare Battisti e un volume con tre saggi degli storici Quinto Antonelli e Mirko Saltori (Fondazione Museo Storico del Trentino) e Diego Leoni (Laboratorio di Storia di Rovereto) che approfondiscono la figura nel suo spessore intellettuale e politico, nel periodo della guerra e sino alla sua morte, fino alla costruzione di un mito. Organizzerà inoltre con i tre storici e con la collaborazione dell’Associazione Mosaico alcuni eventi pubblici divulgativi sul territorio con momenti di approfondimento e dibattito e con la visione del filmato.

 

Link: www.fondazionecaritro.it