Lucca accessibile best practice alla conferenza Onu

Il progetto “Città di Lucca…diventare accessibile” è divenuto un esempio a livello internazionale. Il progetto lucchese è stato selezionato come best practice a Habitat III, la Conferenza delle Nazioni Unite su abitazioni e sviluppo urbano sostenibile che si è tenuto a Quito, in Ecuador. Un riconoscimento internazionale che premia l’impegno della Fondazione Banca del Monte di Lucca e della Program Officer Elizabeth Franchini che da anni segue il progetto che mira a migliorare l’accessibilità per tutti di un centro storico unico come quello di Lucca, attraverso un nuovo tipo di comunicazione, di innovazione tecnologica e di condivisione delle esperienze. L’autorevole riconoscimento fa parte quindi di un progetto più ampio che vede Lucca nella Lega delle città storiche accessibili “LHAC”, insieme ad altre 5 città europee: Sozopol (Bulgaria), Mulhouse (Francia), Torino (Italia), Avila (Spagna) e Viborg (Danimarca).

Questa collaborazione ha contribuito a porre attenzione a Lucca, anche grazie ai tanti interlocutori pubblici e privati coinvolti dalla Fondazione, verso le persone con disabilità e lavorare sull’accessibilità per tutti alla città ed ai servizi, da cui deriva la partecipazione al Consorzio europeo per la tutela dei diritti dei disabili.

Link: www.fondazionebmlucca.it