Nuova vita per la Villa Comunale di Scampia

Da luogo abbandonato a spazio di incontro e apprendimento. La villa comunale del quartiere napoletano, grazie al progetto “Valorizziamo Scampia”, ospita oggi attività per famiglie e ragazzi, come gli orti e le iniziative didattiche per le scuole, per imparare le regole della natura. Tra le diverse iniziative realizzate da un gruppo di associazioni e di cooperative sociali, con il finanziamento del Comune di Napoli e della Fondazione con il Sud, particolare successo hanno riscosso quelle realizzate dalle scuole, che hanno permesso l’attivazione di un orto didattico in cui tenere laboratori per i ragazzi. Gli interventi, che sono stati condotti secondo le metodologie della didattica per l’apprendimento informale dalle associazioni aderenti al partenariato e, in particolare, da Associazione Porte Invisibili Onlus, hanno consentito di rendere quello spazio della villa un luogo ideale per un’aula didattica all’aperto.

Il paesaggio, gli orti sociali e le aiuole, che oramai caratterizzano il luogo, concorrono alla creazione di un contesto ludico motivante per la ricerca-azione e il cooperative learning, nel quale l’esplorazione, la sperimentazione del suolo e l’attività di coltivazione, consentono di maturare capacità di osservazione e di attivare strategie non più casuali, ma finalizzate a mete prestabilite.

A molti dei momenti hanno partecipato gli alunni del V Circolo Didattico “Eugenio Montale” con sede a Scampia. Con loro, si è scelto di proseguire il percorso intrapreso continuando a utilizzare l’orto della Villa di Scampia. L’idea alla base del progetto consta in un percorso educativo sperimentale per l’approccio alle conoscenze scientifiche del suolo attraverso l’apprendimento “in campo”.

Le attività sono rivolte agli alunni più grandi della scuola dell’infanzia e a quelli delle classi prime, seconde e terze della scuola primaria.

Link: www.fondazioneconilsud.it