Più qualità alle scuole del cuneese

La Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo ha deliberato i contributi per la Misura 1 – Interventi infrastrutturali del Bando Infrastrutture Scolastiche 2016: 1 milione e 234 mila euro per il sostegno a 22 interventi nelle scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo grado statali o paritarie e nelle agenzie di formazione professionale che svolgono corsi per l’obbligo scolastico. Il Bando 2016, che si è articolato in due misure, intende concorrere al miglioramento e alla messa in sicurezza degli spazi educativi, con l’obiettivo di garantire un’alta qualità di accesso allo studio per gli studenti della provincia di Cuneo.

La Misura 1, che sostiene interventi strutturali per migliorare la funzionalità e mettere in sicurezza le strutture di istruzione e formazione professionale esistenti, ha avuto un processo di valutazione articolato e approfondito. L’iter ha previsto sopralluoghi per tutte le richieste pervenute, verifica di ammissibilità e analisi delle istanze sulla base dei criteri di valutazione e della documentazione inviata. 50 sono le richieste pervenute entro il termine del 31 maggio 2016: di queste, 46 sono risultate ammissibili per un totale di oltre 3,4 milioni di contributi richiesti. 22 richieste sono state accolte, per un totale deliberato di oltre 1 milione e 200 mila euro; si prevede che gli interventi possano partire entro l’estate prossima.

La Misura 2, per il miglioramento della qualità degli spazi e dell’ambiente educativo e la manutenzione ordinaria, era stata deliberata a settembre. Per questa misura, che ha messo a disposizione 164 mila euro a sostegno di 25 interventi, erano pervenute 42 richieste di contributo per un totale richiesto di 374mila euro.

«Il Bando infrastrutture scolastiche 2016 ha deliberato complessivamente quasi 1,4 milioni di euro, a fronte di uno stanziamento iniziale di 1,3 milioni – commenta il presidente Giandomenico Genta –. Il Consiglio di Amministrazione si è impegnato ad allocare su questa iniziativa alcune risorse residue disponibili per rispondere alla richiesta di messa in sicurezza, riqualificazione e abbattimento delle barriere architettoniche degli edifici e alla domanda di miglioramento degli spazi educativi pervenuta dai ragazzi e dalle stesse scuole. Con la delibera della Misura 1 la Fondazione conferma il proprio impegno a fianco delle strutture scolastiche e formative della provincia di Cuneo, per garantire a insegnanti e studenti le migliori condizioni di lavoro e apprendimento».

Link: www.fondazionecrc.it