Dal Sud per l’Italia

Ospite la Fondazione Con il Sud, nei mesi scorsi è stato presentato a Roma un volume curato da Massimo Enrico Milone, direttore di Rai Vaticano, che registra opinioni e proposte di intellettuali, imprenditori, esponenti dell’associazionismo e della finanza, provocati da un quesito di fondo: come è possibile oggi coniugare senso identitario e spirito comunitario, impegno personale e impegno civile, Vangelo e responsabilità sociale? Il timore è che, marginali nell’elaborazione di proposte culturali e nel governo di vecchi e nuovi media, fragili nel sistema economico-finanziario, i cattolici rischino di vivere, nella società italiana e in particolare in quella meridionale, una stagione priva di visione, prospettive e responsabilità, nonostante la spinta profetica e missionaria della Chiesa d’oggi e le isole di intelligenza, imprenditorialità, progettualità e volontariato del Mezzogiorno, che senz’altro possono tornare a essere “servitori” propositivi per il Paese.

In “Dal Sud per l’Italia. La Chiesa di Papa Francesco, i cattolici, la società” (pp. 174, Guida Editori) l’autore, attraverso interviste a personalità quali il Card. Cresenzio Sepe, arcivescovo di Napoli, e il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, nonché contributi di Giancarlo Abete, Giuseppe Acocella, Carlo Borgomeo, Roberto Cogliandro, Michele Cutolo, Daniele Marrama, scandaglia percorsi per realizzare nuove possibilità di fare formazione, innovazione, mobilità, coesione sociale, lavoro che, utilizzando un alfabeto diverso per affrontare la “questione meridionale”, siano davvero in grado di intercettare i problemi dei giovani, delle famiglie e della società.

 

“Fondazioni” novembre-dicembre 2017