Pesaro

La Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro interviene per rispondere all’emergenza Coronavirus, stanziando complessivamente 211.000 euro. Le risorse sono state ripartite in 3 interventi.

100mila euro sono stati stanziati ad aprile per sostenere il “Progetto 100”, promosso dalla Regione Marche per la creazione di una struttura di 100 posti letto per la terapia intensiva. La struttura è nella zona Fiera di Civitanova Marche dove, nell’arco di due settimane, dovrebbe essere realizzato il ricovero sì da consentire un recupero sia di efficienza conseguente alla concentrazione delle attività sanitarie contro il virus, sia delle prestazioni ordinarie degli Ospedali locali oggi sacrificati all’emergenza Covid-19.

100mila euro la Fondazione li ha stanziati a marzo in favore dell’Azienda Ospedaliera “Ospedali Riuniti Marche Nord”, per l’acquisto di attrezzature mediche per il presidio pesarese impegnato in prima linea nell’emergenza sanitaria.

11mila euro sono stati stanziati, infine, sempre ad aprile in favore dell’Azienda Sanitaria Unica Regionale – Area Vasta 1 per l’acquisto di attrezzature medico-diagnostiche da assegnare in dotazione alle Unità speciali di comunità assistenziali (Usca), che effettuano controlli domiciliari dei malati o sospetti contagiati da Covid-19.

Da sempre attenta alle esigenze primarie del territorio di riferimento, di fronte ad un’emergenza collettiva così forte e pressante la Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro ha inteso mandare un chiaro segnale di vicinanza e sostegno alla sua comunità, dichiarandosi pronta ad intervenire con le proprie risorse e competenze professionali al meglio per addivenire in tempi brevi a soluzioni efficienti e funzionali.

www.fondazionecrpesaro.it