A braccia aperte

“A braccia aperte” è il settimo bando promosso dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile per sostenere interventi a favore degli orfani di vittime di crimini domestici e femminicidio.

Con i Bambini, insieme a partner qualificati e con esperienza che saranno selezionati attraverso il bando, promuoverà interventi di presa in carico, formazione e inclusione sociale e lavorativa dei minori e dei giovani divenuti orfani a seguito di crimini domestici. Gli interventi saranno destinati anche al sostegno delle famiglie affidatarie e dei caregiver, che si prendono cura del minore.

 
La realtà dei figli di vittime di crimini domestici è tanto complessa quanto ancora sommersa: non esistono stime ufficiali sull’effettivo numero di casi. Nei casi di femminicidio, perdono la madre assieme anche alla figura paterna (l’assassino 8 volte su 10 è infatti il padre). Gli studi dimostrano che le situazioni vissute hanno, sulle persone minorenni che diventano orfani a seguito di questi eventi, un impatto psicologico devastante e ciò si riflette inevitabilmente anche nella loro sfera relazionale e scolastica.
A disposizione per il progetto sono stati stanziati complessivamente 10 milioni di euro, in funzione della qualità dei progetti che saranno successivamente elaborati.
 
 
Intervista al Presidente di Fondazione Con il Sud e dell’impresa sociale Con i bambini Carlo Borgomeo
 
Per maggiori informazioni: