La Rocchetta Mattei: il fascino di 160 anni di storia riaperto al pubblico

Dopo la chiusura forzata per le misure di contenimento del contagio da Covid-19, la fiabesca Rocchetta Mattei, incastonata nell’Appennino bolognese, riapre al pubblico con un percorso di visita inedito che permette di rispettare le norme di sicurezza sanitaria.

La Rocchetta Mattei è una preziosa dimora storica della seconda metà dell’Ottocento che la Fondazione Carisbo ha acquistato nel 2005, avviando un lungo progetto di restaurazione e di rivalorizzazione durato nove anni. Così, nel 2015, la Rocchetta è stata sottratta allo stato di degrado, restituita al territorio bolognese e resa fruibile al pubblico, registrando un ampio riscontro dai visitatori. 

Il recupero è avvenuto grazie alla collaborazione tra la Fondazione Carisbo, la Città metropolitana di Bologna, il Comune di Grizzana Morandi e l’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese. Questi ultimi ne assicurano la fruibilità e la valorizzazione, attraverso l’organizzazione e la promozione di diverse iniziative.

Finalmente, grazie alla riapertura post lockdown, il pubblico potrà di nuovo visitare questa dimora suggestiva tra le montagne bolognesi. 

Per saperne di più visita la pagina di Fondazione Carisbo