A Torino l’Intelligenza Artificiale contro il Covid-19

Arriva una nuova tecnologia per diagnosticare e monitorare le polmoniti da Covid-19 a disposizione dei medici radiologi della Città della Salute e UniTo a Torino. 

Grazie al dialogo constante fra la Fondazione Compagnia di San Paolo e le Istituzioni europee, la Commissione Europea ha scelto Torino per la sperimentazione del progetto che utilizza un algoritmo basato sulle tecniche di Intelligenza Artificiale come un supporto alla diagnosi.

Inoltre l’algoritmo serve a fornire informazioni dettagliate sul tipo di polmonite ed è in grado di calcolare il volume di compromissione polmonare e di fornire una valutazione di prognosi, miglioramento o peggioramento della situazione del paziente. 

L’algoritmo è utile anche come vero e proprio sistema di sorveglianza territoriale: grazie ai dati aggregati automaticamente dall’algoritmo, infatti, vengono prodotti report sullo sviluppo della pandemia in una determinata regione. 

<<Questa è una grande opportunità per il nostro territorio – ha affermato il presidente di Fondazione Compagnia di San Paolo Francesco Profumo –. È un ulteriore tassello di un quadro in cui stanno emergendo importanti competenze specifiche in ambito di intelligenza artificiale, guidate in particolare dalle attività di ricerca degli Atenei torinesi.  Proprio in quest’ottica è stato pensato il bando Intelligenza Artificiale, uomo e società recentemente promosso, volto a favorire la collaborazione tra gli attori che sul territorio lavorano sull’AI, sviluppato con un approccio in linea con la strategia italiana delineata dagli esperti del MiSE: attenta ai risvolti etici ed al rapporto tra l’intelligenza artificiale e l’uomo>>.

Fondazione Compagnia di San Paolo