Fondazione Cariplo, anche nella fase post-Covid19, la cultura resta in primo piano

In questa fase di ripartenza, il settore culturale rischia di passare in secondo piano, nonostante la gravità delle perdite in termini di partecipazione, occupazione e valorizzazione dei beni culturali. Per questo, la Fondazione Cariplo, con il bando “Per la Cultura”, mette a disposizione 8 milioni di euro per gli operatori del settore, sia pubblici che privati, ribadendo l’importanza della cultura per il benessere delle persone, per lo sviluppo delle comunità e per la riduzione delle disuguaglianze.

L’obiettivo è promuovere nuove forme di partecipazione alla vita culturale e di rigenerazione delle identità locali, con particolare attenzione alle fasce di popolazione più fragili, e di sostenere la capacità degli operatori culturali di innovare le proprie attività e le capacità organizzative, in un’ottica di sviluppo sostenibile.

Tre sono le parole chiave di questa iniziativa: prossimità, per incoraggiare la partecipazione dei cittadini; creatività, per innovare l’offerta culturale, ricorrendo anche al digitale e alle nuove tecnologie; necessità, per l’adeguamento e il miglioramento delle strutture in termini di materiale, attrezzature, restauro e ampliamento degli spazi.

Il bando prevede due scadenze entro fine anno (29 settembre e 15 dicembre 2020), così da permettere a tutti gli operatori del settore di sviluppare iniziative coerenti e sostenibili.

Per avere maggiori informazioni, visita la pagina della Fondazione Cariplo