Rivista Fondazioni Maggio – Giugno 2021

Lavorare

Meglio, insieme, tutti.

Il lavoro ha un ruolo centrale nella nostra cultura. Non a caso i Costituenti hanno deciso di inserirlo immediatamente nel primo articolo della nostra Costituzione, scegliendo di fondare la Repubblica democratica proprio su di esso. Nel numero della rivista che avete ricevuto, abbiamo provato a capire quale sia il ruolo del lavoro nella costruzione di una società. L’azione di lavorare, infatti, non deve ridursi a qualcosa di individuale ed esclusivo, ma può essere uno strumento che consente di partecipare allo sviluppo del proprio paese e della propria comunità. Il lavoro deve garantire dignità alla persona e rendere possibile il pieno sviluppo del lavoratore, ma non si può perdere di vista il fatto che essere lavoratore significa inevitabilmente essere cittadino. Per questo nell’immaginare il ruolo del lavoro in una fase di ricostruzione, proprio come fu compito dei Costituenti nel dopoguerra, dobbiamo tenere in considerazione il fatto che il lavoro non può essere associato solamente alla produzione di reddito. Il lavoro deve essere associato alla dignità, alla partecipazione e all’appartenenza e queste devono essere indicazioni chiare per chi lavora e per chi offre lavoro.

Per capire in che stato sia il mondo del lavoro nel 2021 e come si possa intervenire in vista di una ripartenza futura, abbiamo ospitato l’editoriale di Antonella Palumbo, professoressa di Politica Economica presso l’Università Roma Tre, intervistato Silvana Sciarra, giudice della Corte Costituzionale, Savino Pezzotta, sindacalista, Maurizio Ferrera, professore presso il Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche alla Statale di Milano e Marco Omizzolo, sociologo.

Proseguendo nella rivista, continuano i “Dialoghi sull’uguaglianza”, nuove tappe di un percorso di riflessione partecipato sulle cause delle disuguaglianze e sulle pratiche per contrastarle verso il Congresso Acri del 2022. Su questo numero trovate i Dialoghi con  Christian Greco, direttore del Museo Egizio di Torino e Florinda Saieva, fondatrice del Farm Cultural Park

Per il nostro approfondimento regionale, abbiamo raccolto storie e progetti dal Sud Italia.

Per concludere, le consuete rubriche su storie e progetti realizzati dalle Fondazioni sui territori.

Buona lettura.

 

Per scaricare la rivista clicca qui o sull’immagine in basso