Futuro aperto, in rete contro la povertà educativa

Almeno 2.000 ragazzi e ragazze e 400 famiglie saranno coinvolti per i prossimi 4 anni nel progetto Futuro Aperto, un progetto – selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e cofinanziato da Fondazione Carispezia – che nasce per offrire ai giovani tra i 12 e i 17 anni diversificate opportunità educative, formative, ricreative e ludiche alle quali altrimenti non avrebbero accesso, non solo per mancanza di risorse economiche ma per la situazione di povertà educativa in cui versano.

Futuro aperto, che vede come capofila la comunità educativa assistenziale La Casa Sulla Roccia, vede una rete molto ampia: 23 i partner coinvolti tra enti locali, cooperative sociali, enti di formazione, associazioni culturali, sportive e di volontariato, scuole secondarie di primo e secondo grado che a vario titolo operano nel campo dell’educazione dei minori e del supporto alla genitorialità.

Partecipazione, arti e cultura, ambiente e sviluppo sostenibile, ma anche solidarietà, diversità e soprattutto benessere e bellezza, sono i temi ispiratori del progetto che nei prossimi 4 anni si svilupperà nei luoghi dell’identità locale, dal Mar Ligure alle Alpi Apuane. Il progetto, attraverso il rafforzamento e rinnovamento della comunità educante, vuole offrire a ragazze e ragazzi l’opportunità di vivere esperienze educativamente significative per il loro benessere e la costruzione del loro futuro, riscoprendo la socializzazione con i coetanei ma anche le relazioni intergenerazionali positive. Alcuni dei luoghi cardine attorno a cui ruoteranno le attività sono il Parco Naturale di Porte Venere, la Scuola di Mare di Santa Teresa e Villa Marigola nel Comune di Lerici, la stazione montana di Partospilla e la Lunigiana.

Con il sostegno di di Fondazione Carispezia e dell’impresa sociale Con i Bambini saranno investiti sul territorio più di un milione di euro per contrastare la povertà educativa.