Per il risparmio energetico degli edifici pubblici

14 marzo 2017

ambiente

Il 40% dei consumi energetici degli edifici è riconducibile a ragioni di “inefficienza termica”. Questo problema tocca profondamente anche gli immobili pubblici (scuole, ospedali, uffici). Per questo dal 2010 la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo promuove il bando “AmbientEnergia”, che ha l’obiettivo di dotare la pubblica amministrazione di strumenti di pianificazione e corretta gestione dell’energia, migliorando la qualità ambientale e riducendo un importante fattore di costo a carico degli enti pubblici.

Il bando si rivolge ai Comuni della provincia di Cuneo e li aiuta a finanziare interventi strutturali con l’obiettivo di ridurre le “bollette”. Per i comuni con più di 500 abitanti sono stati finanziati audit energetici sui loro patrimoni immobiliari con l’obiettivo di metterli in condizione di pianificare al meglio gli eventuali interventi di ristrutturazione. Per i comuni con meno di 500 abitanti sono stati finanziati interventi di riduzione dei consumi per l’illuminazione pubblica e per la realizzazione di impianti fotovoltaici. La maggior parte degli interventi ha riguardato gli edifici scolastici.

Una peculiarità del bando è il cofinanziamento: la presentazione dei progetti di riqualificazione da parte dei Comuni deve essere accompagnata dall’attivazione di altri strumenti di incentivazione nazionale sull’efficienza energetica (Fondo Kyoto, Conto Termico, Fondo Europeo per l’Efficienza Energetica…). Così, nel solo 2016 il bando AmbientEnergia ha favorito l’attivazione sul territorio provinciale di oltre 1,1 milioni di euro: il 44% proviene dalla Fondazione Crc, il 20% da risorse comunali, il 36% da incentivi nazionali per il risparmio energetico.

www.fondazionecrc.it

tag: Fondazione Crc ambiente risparmio energetico